i tuoi dati di contatto

Calcola 7 più 3.
*Campo obbligatorio

CHIUDERE
CHIUDERE
CHIUDERE

Richiedete adesso un incentivo per la sostituzione di finestre e porte d’ingresso

Finestre nuove?
Ricevete un incentivo dallo stato!
Junge Frau küsst ihr Sparschwein
Modellhaus auf Münzstapel Symbolbild
Fenster von oben

La riqualificazione energetica del proprio immobile è spesso molto costosa. E quindi ben vengano i bonus per la sostituzione di porte e finestre!

In conformità con determinate condizioni, lo stato vi consente infatti di usufruire di sovvenzioni ingenti. La nostra guida vi spiegherà nel dettaglio come accedere ai contributi statali per la sostituzione delle finestre!

Agevolazioni per finestre nuove –
esistono le seguenti opzioni

La sostituzione di porte e finestre è uno strumento eccezionale per ridurre le spese di riscaldamento. Le finestre moderne con vetri termicamente isolanti evitano dissipazioni di calore e migliorano considerevolmente il bilancio energetico della vostra abitazione. Lo Stato ne è consapevole e quindi vi sosterrà finanziariamente nel vostro progetto.

Potete scegliere tra tre possibilità:

  • una sovvenzione erogata dal Bundesamt für Wirtschaft und Ausfuhrkontrolle (BAFA)
  • un credito accordato dalla Kreditanstalt für Wiederaufbau (KfW)
  • un’agevolazione fiscale sull’imposta sul reddito

A seconda di dove abitiate o vogliate eseguire la sostituzione delle finestre, in alcune città possono essere previsti ulteriori bonus.

Sovvenzione del BAFA per singole misure

Il Bundesamt für Wirtschaft und Ausfuhrkontrolle rientra nella sfera di competenza del “BMWK”, il Bundesministerium für Wirtschaft und Klimaschutz (Ministero federale dell’economia e tutela climatica). Si tratta di un’autorità statale che finanzia il risanamento degli edifici, ai fini di una riqualificazione energetica degli immobili.

Per

singole misure, quali la sostituzione di una finestra o di una porta d’ingresso, è possibile che siano previsti degli incentivi, purché poi consentano di migliorare l’efficienza energetica. In tal caso riceverete un rimborso pari al 15 percento delle spese sostenute.

Indicazioni importanti:

  • L’investimento deve ammontare ad almeno 2.000 euro. Non riceverete dunque nessun rimborso per una finestra singola, ma magari per la sostituzione di una porta d’ingresso di alta qualità.
  • Le spese rimborsabili non devono superare i 60.000 euro annui.
  • Per ogni edificio, il limite massimo di rimborso è pari a 600.000 euro.
  • È indispensabile incaricare un consulente in materia di energia.

Lo stato vi accorderà un ulteriore bonus del 5 per cento se il vostro progetto rientrerà nel piano attestato di risanamento, “iSFP”.

Dal BAFA riceverete quindi un rimborso massimo del 20 per cento, ma comunque non superiore a 12.000 euro delle spese sostenute. Prima dell’inizio del risanamento, informatevi presso un consulente in materia di energia se avete diritto a eventuali agevolazioni. Il contributo per finestre nuove prevede anche l’installazione di avvolgibili o parasole a griglia.

Credito dell’Istituto di credito tedesco per la ricostruzione (KfW) nel caso di risanamento completo

La sostituzione delle finestre rappresenta una misura singola. Se progettate di trasformare la vostra abitazione in una casa ad alta efficienza energetica, fate riferimento al programma KfW 261. La KfW concede crediti agevolati incluso un bonus statale.

Per la riqualificazione energetica potrete ottenere un credito fino a 150.000 euro. Nel programma degli incentivi è prevista una sovvenzione che può arrivare al 45 per cento. L’importo della sovvenzione dipende dalla qualità del risanamento della vostra abitazione. Nel caso in cui si ottenga un’efficienza energetica elevata, riceverete una sovvenzione superiore. È indispensabile contattare preventivamente il vostro consulente in materia di energia.

Bonus fiscale – sconto sulle spese di risanamento

Un’alternativa rispetto alle opportunità di sovvenzione menzionate sopra è rappresentata dal bonus fiscale. Inoltre le spese di risanamento, potranno essere portate in detrazione dall’imposta sul reddito per tre anni. A seconda dell’importo dell’imposta sul reddito, il bonus fiscale vi consentirà di coprire fino al 20 per cento delle spese.

  • 1° e 2° anno: 7 per cento e al massimo 14.000 euro
  • 3° anno: 6 per cento e al massimo 12.000 euro
  • I costi complessivi degli interventi di risanamento non devono superare 200.000 euro.

Per quanto concerne le prestazioni di manodopera per la ristrutturazione, occorre un certificato dell’azienda specializzata. Non sarà invece necessario rivolgersi a un esperto in materia di energia. Inoltre è possibile comunicare il risanamento a posteriori. In tal caso il contribuente deve abitare nell’immobile.

Requisiti delle finestre –
per cui sono previste sovvenzioni

Le finestre possono essere sostituite sia in edifici nuovi, che di vecchia costruzione.Le sovvenzioni per infissi vengono accordate solo se le nuove porte e finestre presentano determinate caratteristiche. Si tratta prevalentemente del cosiddetto valore U, ovvero del valore d’isolamento delle finestre, che descrive quanto calore lasci filtrare la finestra.

  • Per finestre con sostituzione del telaio: Finestra con un valore U di 0,95 W/m²K (coefficiente di transizione termica) e lucernari con un valore U di 1,0 W/m²K. Si fa riferimento al valore d’isolamento dell’intera finestra (valore Uw) e non solo al valore del vetro (valore Ug).
  • Nel caso di sostituzione del vetro, ma non del telaio: Il valore U è pari a 1,3 W/m²K

Condizioni che devono essere soddisfatte:

  • Il valore U della parete della casa deve essere superiore a quello della finestra. Il motivo: Sulla parete si forma la condensa che spesso provoca danni. Se i valori U non sono conformi a quelli previsti, è necessario isolare la facciata.
  • La finestra nuova ha una tenuta d’aria superiore rispetto al modello vecchio.

Come ottenere una sovvenzione per la nuova porta d’ingresso

Le agevolazioni menzionate sopra valgono anche per le porte d’ingresso. Le sovvenzioni per una nuova porta d’ingresso o per porte laterali, vi consentiranno di creare un’abitazione ad alta efficienza energetica. Il valore U deve essere pari a 1,3 W/m²K per ottenere aiuti finanziari.

In che modo potete richiedere una sovvenzione
per finestre e porte d’ingresso nuove?

Un consulente in materia di energia vi fornirà le informazioni necessarie e si occuperà dell’intera stesura dell’ordine. Per quanto riguarda le sovvenzioni per infissi di BAFA e KfW è necessario comunque farvi consigliare da un “esperto dell’efficienza energetica”, cosa che si raccomanda in generale. La consulenza consentirà di chiarire eventuali dubbi e di alleviare il vostro carico di lavoro. È possibile creare autonomamente un ordine, ma è molto impegnativo. Rivolgersi a un consulente semplifica quindi pertanto tutto il processo.

UNILUX
ha le porte e finestre che fanno per voi!

UNILUX vi aiuterà nella sostituzione delle finestre. In qualità di esperto produttore di porte e finestre produciamo modelli ad alta efficienza energetica, che convincono nel contempo per l’isolamento acustico. I nostri partner specializzati UNILUX vi indicheranno i diversi bonus e soluzioni di finestre disponibili. Per trovare un referente locale vicino a voi, utilizzate la nostra ricerca partner UNILUX.